Questo sito contribuisce alla audience di

Caupolicán

capo araucano (Palmaiquén inizio sec. XVI-Cañete 1558). Tra i protagonisti delle lotte degli Araucani contro la conquista spagnola, sconfisse nel 1553 Pedro de Valdivia e lo mise a morte; nel 1554 batté anche l'esercito di Villagra, il successore di Valdivia. Poco dopo fu costretto a ritirarsi sulle montagne e a Monte Pinto subì una disastrosa sconfitta a conclusione di una battaglia nella quale perirono 6000 Indios. Catturato nel 1558, morì impalato. Le sue gesta furono immortalate nel poema La Araucana dallo spagnolo Alonso de Ercilla.