Questo sito contribuisce alla audience di

Ceccano

comune in provincia di Frosinone (11 km), 200 m s.m., 60,43 km², 22.334 ab. (ceccanesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Cittadina della bassa valle del fiume Sacco. È forse l'antica Fabrateria Vetus, città volsca e poi romana. Proprietà dei Conti e degli Annibaldi (1291), occupata dai Caetani e da Rodrigo Borgia nel sec. XV, passò nel 1504 ai Colonna. § Oltre l'originario tessuto urbano (sec. XIII-XVII) della sua parte più elevata, Ceccano conserva parecchi monumenti, tra cui le mura e due castelli medievali, la chiesa gotica di San Nicola (1196-1280) e la parrocchiale di San Giovanni rifatta nel Settecento su fondazioni medievali; entrambe le chiese custodiscono numerose opere d'arte. Presso il Sacco è la chiesa di Santa Maria a Fiume, di forme cistercensi (sec. XII), ricostruita dopo le distruzioni subite nella seconda guerra mondiale. § Lo sviluppo industriale ha determinato la nascita di numerose aziende attive nei settori tessile, chimico, elettromeccanico, alimentare, dell'imballaggio, dell'arredamento e della lavorazione del legno e del tabacco. Rilevanti sono l'agricoltura (cereali, uva, tabacco, frutta e foraggi) e l'allevamento bovino. In crescita il comparto del turismo rurale ed escursionistico.