Questo sito contribuisce alla audience di

Celaya, Gabriel

pseudonimo del poeta e prosatore spagnolo Rafael Múgica (Hernani, Guipúzcoa, 1911-Madrid 1991). Si fece conoscere come poeta con Marea del silencio (1935; Marea di silenzio), cui seguirono i versi intimistici di La soledad cerrada (1936; La solitudine chiusa), Las cosas son como son (1949; Le cose sono come sono), Las cartas boca arriba (1951; Le carte scoperte), Lo demás es silencio (1952; Il resto è silenzio), Cantos iberos (1955; Canti iberici), Itinerario poético (1975), Poesía (1977), Cantos y mitos (1983; Canti e miti) ed El mundo abierto (1986; Il mondo aperto). Tra le sue opere in prosa si ricordano le autobiografiche Penúltimas tentativas (1960; Penultimi tentativi), nonché i romanzi Lázaro calla (1949; Lazzaro taci) e Lo uno y lo otro (1965; L'uno e l'altro).

Media


Non sono presenti media correlati