Questo sito contribuisce alla audience di

Cetóna

comune in provincia di Siena (91 km), 385 m s.m., 53,19 km², 2854 ab. (cetonesi), patrono: santo Stefano (26 dicembre).

Centro della val di Chiana, sulle prime pendici nordorientali del monte Cetona. Sorto su un territorio di insediamenti preistorici (testimoniati anche dal materiale rinvenuto a Belverde di Cetona), il borgo, di origine etrusca, seguì le vicende di Orvieto. Nel 1375 passò ai Monaldeschi, nel 1418 a Siena e nel 1555 a Firenze, che lo diede in feudo ai Vitelli. § L'abitato conserva notevoli resti delle mura (sec. XV) e una torre della rocca. Nei dintorni, la chiesa dell'ex convento di Santa Maria a Belverde, fondato nel Trecento, conserva affreschi coevi. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, vite e olivo), sull'allevamento bovino e suino, e sul turismo naturalistico.