Questo sito contribuisce alla audience di

Cetara

comune in provincia di Salerno (10 km), 15 m s.m., 4,91 km², 2357 ab. (cetaresi), patrono: san Pietro Martire (29 giugno).

Centro posto sulla Costiera Amalfitana. Fu preso e occupato dai Saraceni (879), che utilizzarono la vicina Cala di Fuenti come base per le loro incursioni nei centri della costa tirrenica. Venne poi assalito e devastato dai Turchi, che fecero numerosi schiavi. Fu il possesso più orientale della Repubblica di Amalfi. Di un certo interesse sono la chiesa di San Pietro, edificata nel Cinquecento, e la torre saracena, ai margini dell'abitato.§ L'economia si basa sulla pesca (con industrie conserviere), sull'agricoltura, che produce limoni, uva (vino costa d'Amalfi DOC) e olive, e sul turismo estivo.

Media


Non sono presenti media correlati