Questo sito contribuisce alla audience di

Cettigne

città del Montenegro, 28 km a W di Podgorica. Situata a 720 m sull'omonimo altopiano, ai piedi del monte Lovćen (1749 m), presenta soprattutto interessi storici e culturali; è sede di un interessante monastero (sec. XV) e dell'ex Palazzo Reale, oggi museo. Piccoli impianti calzaturieri. In serbo-croato, Cetinje. § Cettigne assurse a posizione di rilievo nel sec. XV, allorché vi si stabilì (1484) il capo montenegrino Giovanni Crnojevič, costretto dai Turchi ad abbandonare la primitiva residenza di Obod. Occupata dai Turchi, risorse nella seconda metà del sec. XVII sotto i Petrovič come centro della resistenza del Montenegro contro gli invasori. Già sede del capo della Chiesa ortodossa autocefala del Montenegro dal 1766, nel 1785 fu scelta dai principi del Montenegro quale loro sede ufficiale. Dopo il riconoscimento dell'indipendenza del Montenegro (1878) sotto Nicola I, Cettigne, capitale del nuovo regno, si sviluppò e ingrandì ulteriormente. Divenuta, dopo la prima guerra mondiale, capoluogo del banato della Zeta, ridivenne capitale del risorto Regno del Montenegro dopo l'occupazione italiana (aprile 1941).