Questo sito contribuisce alla audience di

Chènda, Alfònso

pseudonimo dello scenografo italiano A. Rivarola (Ferrara 1591-1640). Allestitore soprattutto di apparati per opere-torneo, fu tra i primi scenografi operanti nei teatri lirici a pagamento (Venezia, Teatro San Cassian). Fedele agli schemi prospettico-illusionistici ad asse centrale, eccelse nell'ideazione di macchine per apparizioni e di dispositivi per mutare le scene a vista. Perfezionò le strutture teatrali sostituendo alla cavea a gradoni gli ordini sovrapposti di palchi (Bologna, Teatro della Sala, 1639).

Media


Non sono presenti media correlati