Questo sito contribuisce alla audience di

Chailly, Luciano

compositore e direttore d'orchestra italiano (Ferrara 1920-Milano 2002). Studiò con R. Bossi a Milano e con Hindemith a Salisburgo; svolse attività di critico musicale; fu direttore artistico del Teatro alla Scala di Milano (1968-71). Nel 1988 fu nominato direttore artistico dell'orchestra di Torino della RAI. Tra le sue opere sono da ricordare: Ferrovia sopraelevata (1955) e il trittico di Procedura penale (1959), Il mantello (1960), Era proibito (1963), tutti su testi di D. Buzzati; Una domanda di matrimonio (1957), Canto del cigno (1957) e Vassiliev (1966), tutti da Čechov. Il suo lavoro più apprezzato fu La cantatrice calva (1986), da Ionesco. Compose anche musiche per balletti, per film e di scena.

Media


Non sono presenti media correlati