Questo sito contribuisce alla audience di

Chelčický, Petr

pensatore ceco (Chelčice ca. 1390-ca. 1460). Esponente del movimento ussita, fu violento avversario dei Taboriti ma soprattutto della Chiesa cattolica di cui rifiutava il magistero, la gerarchia e i sacramenti (eccetto Battesimo ed Eucaristia). Parimenti rifiutava ogni differenza di classe e quindi i privilegi dei nobili e degli ecclesiastici; sosteneva la parità di diritti della donna nei confronti dell'uomo. I suoi seguaci formarono la Lega di Kunwald da cui sorse la setta dei Fratelli Boemi. La migliore formulazione del suo pensiero si trova nelle opere Postilla e Rete della fede. La sua filosofia di passività cristiana fu adottata dallo scrittore russo L. N. Tolstoj.

Media


Non sono presenti media correlati