Questo sito contribuisce alla audience di

Chièsa, Damiano

patriota italiano (Rovereto 1894-Trento 1916). Allievo del Politecnico di Torino, fu tra i fondatori del giornale interventista L'ora presente. Nel 1915 si arruolò volontario sotto falso nome. Il 15 maggio del 1916, denunciato da un orologiaio di Rovereto, fu catturato dagli Austriaci a Costa Violina (Val Lagarina), riconosciuto e condotto a Trento dove fu condannato a morte e fucilato.