Questo sito contribuisce alla audience di

Chièuti

comune in provincia di Foggia (64 km), 221 m s.m., 60,61 km², 1788 ab. (chieutini), patrono: san Giorgio (23 aprile).

Centro allungato su un crinale tra il fiume Fortore e il torrente Saccione. Sorse presso le rovine della città italica di Cliternia. Ripopolato nel sec. XV da albanesi, di cui ancora si conserva in parte l'idioma (arbëreshe), fu feudo dei Gonzaga, dei D'Avalos e di altre signorie. Nell'abitato sorgono la Torre antica e la chiesa settecentesca di San Giorgio. Nei dintorni si trovano i resti dell'antica Cliternia. § L'economia si basa in prevalenza sull'agricoltura, con cereali, ortaggi, olive e uva da vino (aleatico di Puglia DOC), cui si affianca l'industria, attiva con piccole aziende nei settori metalmeccanico, del mobile e della lavorazione del legno. Di rilievo è il turismo balneare a Marina di Chieuti.