Questo sito contribuisce alla audience di

Chiampo

comune in provincia di Vicenza (25 km), 175 m s.m., 22,65 km², 12.147 ab. (chiampesi), patrono: Madonna di Monte Berico (8 settembre).

Centro nella media valle del torrente Chiampo. Di origine romana (rinvenute nel territorio numerose lapidi del periodo), è citato per la prima volta nel 1091 in una donazione di Enrico IV al monastero di San Felice di Vicenza. Nel 1329 passò agli Scaligeri e nel 1388 ai Visconti. Nel 1404 fu annesso con tutto il Vicentino alla Repubblica di Venezia, che ordinò l'abbattimento del castello nella prima metà del sec. XVI.§ Quattrocentesche sono le chiese della Madonna delle Grazie e di Sant'Antonio. La villa Chiericati è il rifacimento settecentesco di un edificio del sec. XV, del quale conserva alcuni elementi. La parrocchiale di San Martino, del sec. XV, fu rifatta in forme neoclassiche nel 1828; conserva un ciborio gotico del 1428 e dipinti secenteschi.§ Particolarmente sviluppata è l'industria conciaria, affiancata dai settori alimentare, meccanico, termoidraulico, dell'abbigliamento, dell'arredamento, del legno, dei materiali per l'edilizia, delle materie plastiche e della tradizionale lavorazione del marmo e affini. Si coltivano cereali, uva da vino e foraggi; praticato è l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati