Questo sito contribuisce alla audience di

Chiriguano

popolazione dell'America Meridionale, di stirpe guaraní, stanziata tra il Rio Grande e l'alto corso del Rio Pilcomayo. Dal Paraguay orientale a partire dal sec. XV iniziarono un movimento d'espansione entro l'area incaica, assoggettando varie tribù di raccoglitori-cacciatori e di agricoltori arawak fra cui i Chané. Organizzati in clan di grandi famiglie patrilineari, praticavano la caccia e il cannibalismo, sacrificavano i prigionieri e seppellivano i morti entro urne (usanze acquisite dagli Inca). I Chiriguani, assommanti forse a 30.000 individui, vivono di agricoltura e allevamento, in parte acculturati ai costumi boliviani; hanno conservato molte delle antiche credenze religiose e lo sciamanismo. § L'arte dei Chiriguani appartiene per stile all'area andina. La produzione fittile è modesta, con la sola eccezione dei vasi antropo-zoomorfi, decorati per lo più con motivi geometrici, che variano a seconda della regione. Interessanti sono i recipienti di zucca per la birra di mais, decorati dagli uomini con disegni incisi o pirografati che oggi risentono di influssi europei; la ceramica, invece, arte prevalentemente femminile, si mantiene fedele alla tradizione.