Questo sito contribuisce alla audience di

Christensen, Inger

poetessa e scrittrice danese (Vejle 1935-? 2009 ). Dopo l'esordio nel 1962 con la raccolta di liriche Luce, cui seguì nel 1963 Erba, ottenne il successo e l'interesse della critica con Det (1969; Ciò). Tema principale della sua opera è l'angoscia dell'individuo di fronte a una realtà dominata dal caos, dal quale soltanto un processo di conoscenza – attraverso lo strumento del linguaggio – può liberare. Dopo il ciclo lirico Lettera in aprile (1976) e il lungoracconto La stanza dipinta (1976), ispirato agli affreschi di Mantegna a Mantova, la Christensen ritorna con i versi di Alfabeto (1981) all'uso di sistemi e strutture definite come mezzo di conoscenza, una propensione che è esplicitata nella raccolta di saggi Parte del labirinto (1982). Nel 1991 pubblica La valle della farfalla, una raccolta di poesie che alternano riflessioni sul tema morte e della speranza.

Media


Non sono presenti media correlati