Questo sito contribuisce alla audience di

Chrzanowski, Wojciech

(Alberto), generale polacco (Cracovia 1788-Parigi 1861). Fu comandante dell'esercito piemontese nella campagna del 1849. Dopo aver partecipato alle campagne napoleoniche, passò all'esercito russo come ufficiale di Stato Maggiore. Nel 1830 aveva aderito alla causa degli insorti polacchi, ottenendo qualche segnalato successo contro le forze zariste. Esule a Parigi e a Bruxelles, ebbe da Carlo Alberto l'incarico di riorganizzare l'esercito piemontese; nel febbraio 1849 fu nominato generale maggiore, il che equivaleva al comando effettivo dell'esercito, sia pure sotto l'autorità suprema del re. Durante la campagna del 1849 le sue limitate risorse di stratega, unite ad altre circostanze sfavorevoli, quali l'ignoranza della lingua, resero quasi inevitabile la sconfitta (Novara, 23 marzo 1849). Chrzanowski tornò allora a Parigi.