Questo sito contribuisce alla audience di

Clark, John Desmond

paleoantropologo e archeologo inglese (Londra 1916). Dopo essersi laureato al Christ's College di Cambridge, nel 1938 Clark viene inviato nell'allora Rhodesia del Nord (oggi Zambia), a Livingstone, dove assume la direzione del Rhodes-Livingstone Museum. Manterrà l'incarico fino al 1961, anno in cui viene nominato professore di antropologia presso la University of California di Berkeley. Sotto la sua guida il dipartimento di antropologia del prestigioso ateneo statunitense è divenuto uno dei più importanti centri di ricerca del settore e Clark, dopo aver abbandonato l'insegnamento per raggiunti limiti di età, è stato insignito del titolo di professore emerito e non ha smesso di coordinare importanti progetti di ricerca. Lo studioso inglese si è da sempre interessato alla più antica storia dell'Africa e ha contribuito in maniera determinante alla ricostruzione delle primissime fasi del popolamento del continente. A lui si deve, fra l'altro, la scoperta del sito di Kalambo Falls, la cui sequenza stratigrafica si è rivelata essenziale per la conoscenza della preistoria africana. Kalambo Falls è il nome di una spettacolare cascata che si trova al confine fra Zambia e Tanzania. A ridosso del salto (che con i suoi 212 m è il secondo dell'Africa), Clark localizzò nel 1953 un bacino nel quale si erano accumulati livelli antropizzati che vanno dal Paleolitico all'età moderna. Negli anni Ottanta e Novanta, insieme al collega Tim White, Clark ha concentrato il proprio interesse sulla regione etiopica, ottenendo risultati eccezionali, tra cui la scoperta di un ominide, vissuto intorno ai 4 milioni di anni da oggi, inizialmente classificato come australopiteco (A. afarensis) e successivamente riconosciuto come genere a se stante, al quale è stato dato il nome di Ardipithecus ramidus. Insignito di numerosi riconoscimenti accademici, Clark è membro del Comitato d'onore permanente dell'U.I.S.P.P. (Unione Internazionale di Scienze Preistoriche e Protostoriche). Ha all'attivo una vasta bibliografia, tra cui ricordiamo: The Stone Age Cultures of Northern Rhodesia (1950), The Prehistoric Cultures of the Horn of Africa (1954), The Prehistory of Southern Africa (1959), Atlas of African Prehistory (1967), Kalambo Falls Prehistoric Site. Volume I e Volume II (1969 e 1974) e The Prehistory of Africa (1970); ha inoltre curato, tra gli altri, Cambridge history of Africa, volume I, from the earliest times to c.500 B.C. (1982) e From hunters to farmers: the causes and consequences of food production in Africa (1984). Numerosi anche i riconoscimenti ottenuti, tra i quali il conferimento del titolo di Commander of the British Empire e, nel 1997, il premio della British Academy intitolato proprio al maestro di Clark, Grahame Clark.

Media


Non sono presenti media correlati