Questo sito contribuisce alla audience di

Clebsch, Rudolf Friedrich Alfred

Matematico tedesco (Königsberg 1833-Gottinga 1872). Professore a Giessen (1863-68), poi a Gottinga; con C. Neumann fondò nel 1868 i Mathematische Annalen. Si occupò inizialmente di fisica matematica (idrodinamica ed elasticità) e di analisi (calcolo delle variazioni, equazioni alle derivate parziali del primo ordine). In seguito compì studi di importanza fondamentale nel campo dell'algebra e della geometria tanto che la sua opera può considerarsi il ponte di passaggio tra la geometria proiettiva e la geometria algebrica. In particolare sviluppò i lavori di B. Riemann sulle funzioni abeliane ponendone in luce l'aspetto geometrico, specificò il significato geometrico del genere di una curva e studiò la rappresentazione piana delle superfici.

Ipotesi o problema di Clebsch

Ipotesi riguardante lo studio di particolari solidi elastici. Le ipotesi di Clebsch sono preliminari allo studio del fenomeno tensionale delle lastre e sono quindi complementari a quelle di Saint-Venant che riguardano invece lo studio delle travi. Allo scopo, Clebsch ipotizza un solido generato dallo spostamento di una superficie piana (spostamento piccolo rispetto alle dimensioni della superficie: lastra), vincolato solo sulle facce laterali e sottoposto a particolari condizioni di carico. Poiché le ipotesi di Clebsch risultano di applicazione molto complessa, si preferisce generalmente considerare la lastra come formata da solidi rispondenti alle ipotesi di Saint-Venant e risolverla come tale.

Media


Non sono presenti media correlati