Questo sito contribuisce alla audience di

Clemènte VIII (papa)

(al secolo Ippolito Aldobrandini). Papa (Fano 1536-Roma 1605). Cardinale nel 1585, fu eletto papa nel 1592. Fautore della riforma della Chiesa, rigido assertore del dogma cattolico, si valse dell'opera di San Filippo Neri come consigliere; ordinò una nuova edizione dei Libri Liturgici, della Vulgata, dell'Indice, e richiamò severamente i vescovi all'osservanza dei canoni del Concilio Tridentino. Politicamente si avvicinò alla Francia, accettando l'avvento al trono di Enrico IV dopo la sua conversione al cattolicesimo. Alla sua intransigenza si deve il supplizio di Giordano Bruno; nepotista, favorì numerosi parenti.

Media


Non sono presenti media correlati