Questo sito contribuisce alla audience di

Coazzòlo

comune in provincia di Asti (23 km), 291 m s.m., 4,12 km², 300 ab. (coazzolesi), patrono: san Siro (9 dicembre).

Centro allungato su una collina alla destra del torrente Tinella. Di antica origine (Coatiolum), fece parte del comitato di Asti e, divenuto possesso del vescovo di questa città, fu concesso in feudo ai signori di Cacherano. Tornato sotto la giurisdizione di Asti, passato ai Visconti e da questi agli Orléans con il matrimonio di Valentina (1387), ritornò ai Cacherano. Dopo la Pace di Cambrai (1529) divenne possesso dei Savoia. Delle strutture originarie del castello medievale rimane soltanto un bastione; la parrocchiale di San Siro è di età barocca .§ L'economia si basa sull'agricoltura (uva, nocciole, cereali) e sull'allevamento.

Media


Non sono presenti media correlati