Questo sito contribuisce alla audience di

Coccodrilli

Guarda l'indice

Zoologia

sm. pl. [da coccodrillo]. Ordine (Crocodylia) di Rettili della sottoclasse degli Arcosauri. I Coccodrilli posseggono un corpo di grandi dimensioni, massiccio, munito di una coda sviluppatissima che rappresenta il più importante organo di propulsione per gli spostamenti effettuati in acqua, ambiente in cui trascorrono gran parte della propria esistenza. Le zampe, tozze e robuste, servono soprattutto per gli spostamenti a terra, nonostante che le dita – 5 nelle zampe anteriori, 4 in quelle posteriori – siano collegate tra di loro da una membrana atta ad agevolare la natazione. Un altro evidente adattamento all'esistenza acquatica è rappresentato dall'allineamento delle narici, degli occhi e delle orecchie, tale da consentire un controllo ottimale dell'ambiente atmosferico con un affioramento minimo dall'acqua. A ciò si aggiungano la chiusura ermetica delle orecchie grazie a uno speciale apparato valvolare e l'ottima protezione assicurata agli occhi da un sistema di tre palpebre. I Coccodrilli sono muniti di robusti denti conici, impiantati tanto sui mascellari che sui premascellari, che una volta logori vengono rimpiazzati da altri denti. Di questa loro forte dentatura i Coccodrilli si servono per serrare in una morsa inesorabile la preda, rappresentata per lo più da animali che si avvicinano alle raccolte d'acqua per abbeverarsi. Una volta afferrata, la preda viene trascinata in acqua e ingerita pressoché intera. Nello stomaco la triturazione del cibo viene ottenuta con l'aiuto di sassi e di altri corpi solidi previamente ingeriti. Altre caratteristiche dei Coccodrilli sono la struttura relativamente evoluta del cuore, provvisto di quattro distinte cavità; l'assenza della vescica orinaria; il modestissimo sviluppo del cervello. La riproduzione ha luogo per mezzo di uova, che vengono deposte nella sabbia o tra materiali vegetali in decomposizione. I giovani, a motivo del loro rivestimento cutaneo relativamente molle, sono piuttosto vulnerabili da parte di predatori di vario genere. Al contrario, gli adulti sono resi pressoché inattaccabili da una pelle spessissima, corneificata e rinforzata da piastre ossee. L'unico nemico che essi devono realmente temere è l'uomo, il quale li caccia proprio per ricavarne la pelle. I Coccodrilli sono presenti nelle regioni tropicali di America, Asia, Africa, Australia. All'ordine dei Coccodrilli vengono attribuiti 5 sottordini, dei quali uno solo, quello degli Eusuchi, rappresentato da forme tuttora viventi (famiglie Crocodilidi, Alligatoridi, Gavialidi).

Paleontologia

I primi Coccodrilli, derivati dagli Pseudosuchi, apparvero nel Triassico superiore. Sono i rappresentanti del sottordine dei Protosuchi: animali di ca. 1 m di lunghezza, corazzati, con cranio non ancora specializzato ma simile a quello dei Tecodonti e soprattutto con struttura degli arti decisamente primitiva. Questi, infatti, assai ben sviluppati, avevano disposizione quasi colonnare e tenevano il corpo ben alto da terra permettendo una velocità di spostamento ben maggiore di quella che caratterizza gli attuali rappresentanti. Nei Protosuchi gli arti anteriori e posteriori mostravano, più che nei Coccodrilli attuali, un differente sviluppo dimostrando la discendenza di questi quadrupedi da antenati bipedi. Più evoluti dei precedenti, soprattutto nella struttura del cranio, furono i rappresentanti del sottordine degli Archeosuchi, vissuti sempre nel Triassico. Nel Giurassico apparvero i Mesosuchi, che sopravvissero per tutto il Mesozoico. Sebbene non avessero ancora un palato secondario completo, erano tuttavia più evoluti dei precedenti e portavano una forte corazzatura formata da serie accoppiate di piastre ossee molto larghe sul dorso e da piastrine poligonali più piccole nella parte inferiore del corpo. All'inizio del Terziario, dopo l'estinzione dei Mesosuchi, apparvero i Coccodrilli moderni, con palato secondario completo, adattati alla vita nei fiumi e negli specchi d'acqua continentali. È infine da citare il sottordine dei Sebecosuchi i cui rappresentanti vissero nel Cretacico superiore e nel Terziario inferiore: un gruppo aberrante che ebbe una breve storia limitata all'America meridionale.

Media


Non sono presenti media correlati