Questo sito contribuisce alla audience di

Cocos, ìsole-

arcipelago (14,2 km²; 621 ab. nel 2001) dell'Oceano Indiano, 2750 km a NW di Perth e ca. 1000 km a SW di Sumatra. Territorio Esterno australiano, comprende due atolli composti da 27 isolotti corallini poco elevati sul livello del mare e ricoperti da una fitta vegetazione di palme da cocco (donde il nome). L'atollo minore (North Keeling Island) è composto da un solo isolotto disabitato, a S del quale si trova l'atollo maggiore (South Keeling Island), costituito dalle isole abitate di West (202 ab.) e Home (414 ab.) e da altre 24 isole raccolte intorno a una laguna, profonda non più di 20 m. Interessato dagli alisei di NE, l'arcipelago ha clima caldo (tra i 20º e i 30 ºC) e piovoso (1700 mm annui). Gli abitanti, un centinaio di Europei e per il resto Malesi, sono dediti alla pesca e alla produzione di copra, di cui annualmente si esportano ca. 500 t. Dal 1945 è in attività sull'isola di West un aeroporto internazionale sulle rotte tra l'Asia e l'Australia. Anche Isole Keeling. § Scoperto nel 1609 da W. Keeling, l'arcipelago fu posto sotto sovranità britannica nel 1856 e successivamente incluso nella colonia di Singapore; nel 1955 fu trasferito al Commonwealth of Australia, che lo eresse in un Territorio Esterno col nome di Territorio delle isole Cocos (Keeling). Gli abitanti delle isole Cocos hanno deciso mediante referendum (6 aprile 1984) di restare legati all'Australia, rinunciando a diventare uno Stato indipendente. Le votazioni si sono svolte sotto l'egida delle Nazioni Unite.

Media


Non sono presenti media correlati