Questo sito contribuisce alla audience di

Coducci o Codussi, Màuro

architetto e lapicida italiano (Val Brembana 1440-Venezia 1504). Attivo a Venezia, fu tra i primi ad affermare nell'ambiente tardogotico i valori della nuova visione plastico-spaziale dell'architettura toscana. Tale operazione, già evidente in S. Michele in Isola (ca. 1468-79), è completamente sviluppata nell'interno di S. Maria Formosa (iniziata nel 1492), tutta scandita su un giuoco di semplici volumi geometrici. Le ultime opere sono caratterizzate da una maggiore integrazione di valori spaziali e disegnativi (facciata e completamento dell'interno della chiesa di S. Zaccaria, dal 1483 al 1500 ca., chiesa di S. Giovanni Crisostomo, 1497-1504; Torre dell'Orologio in piazza San Marco, 1496; scalone della Scuola grande di S. Giovanni Evangelista, 1498). Molto importanti anche i palazzi (Corner-Spinelli, Loredan, Vendramin-Calergi, ecc.), in cui creò i prototipi delle facciate veneziane rinascimentali.

Media


Non sono presenti media correlati