Questo sito contribuisce alla audience di

Colómbo, Gianni

artista e designer italiano (Milano 1937-1993). Studiò a Milano, all'Accademia di Brera; realizzate nel 1954 le prime opere polimateriche, nel 1956 avviò le ricerche cinetiche, affermandosi definitivamente nel corso degli anni Sessanta quando fu protagonista (con Boriani, Anceschi e De Vecchi) del “Gruppo T” e rappresentante dell'arte programmata. I lavori di Colombo mirano a stabilire una relazione attiva dello spettatore con l'opera e il suo contesto spaziale, come accade nell'ambientazione Spazio Curvo, presentata alla personale romana nel 1990 o nello Spazio Elastico, installazione con la quale vinse il primo premio alla Biennale di Venezia nel 1968. L'utilizzazione di tecnologie avanzate e la produzione seriale di alcuni suoi lavori artistici lo avvicinarono ulteriormente all'industria, che lo aveva visto già impegnato come designer. Prestigiose sono state le mostre di Parigi (1983, Musée d'Art Moderne) e di Milano (1984, Padiglione di Arte Contemporanea).

Media


Non sono presenti media correlati