Questo sito contribuisce alla audience di

Colinas, Antonio

poeta e scrittore spagnolo (La Bañera, León, 1946). Ha soggiornato in Italia, della cui letteratura moderna è buon conoscitore e traduttore. Dopo i giovanili e neoromantici versi di Poemas de la terra y de la sangre e di Preludios a una noche total, entrambi del 1969, Colinas ha dato prove ben più mature e profonde in Truenos y flautas en un templo (1972), Sepulcro en Tarquinia (1975), Astrolabio (1979), Noche más alla de la noche (1982). Con i successivi La viña salvaje (1985), Diapasón infinito (1986) e Jardín de Orfeo (1988), Colinas ha confermato le sue doti di poeta originale, guadagnandosi un posto di primo piano tra i giovani lirici spagnoli. Notevoli anche i romanzi, tra cui ricordiamo Larga carta a Francesca (1986), e i saggi critici, raccolti nel volume El sentido primero de la vida poética (1989), eccellente introduzione alla sua stessa poesia. Sono uscite, successivamente, importanti raccolte liriche come Libro de las noches abiertas (1989), Los silencios de fuego (1992), El río de sombra (1999), che portano a ulteriori conseguenze l'affondo esistenzialistico-intimista condotto dallo scrittore già nelle precedenti sillogi. Del 1999 sono anche Amor que enciende más amor e El crujido de la luz, una sorta di "memoria dell'infanzia", libro chiave per comprendere la poetica dell'opera di Colinas.

Media


Non sono presenti media correlati