Questo sito contribuisce alla audience di

Combes, Justin-Louis-Émile

statista francese (Roquecourbes, Tarn, 1835-Pons, Charente Inférieure, 1921). Lasciata la teologia per la medicina, esercitò a Pons, dove divenne sindaco nel 1874. Percorse una brillante carriera politica e nel 1902 venne eletto presidente del Consiglio. La sua politica, ostile alla congregazione e all'insegnamento religioso, finì per portare a una rottura delle relazioni col Vaticano. Il 18 gennaio 1905 dovette dimettersi, attaccato dalla destra e dalla sinistra per aver fatto schedare tutti gli ufficiali secondo le loro opinioni politiche e religiose. Si ritirò dalla vita politica, fatta eccezione per un breve periodo, dal 29 ottobre 1915 al 12 dicembre 1916, durante il quale fu ministro di Stato nel gabinetto di unione nazionale di Briand.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti