Questo sito contribuisce alla audience di

Commissióne Centrale per la Navigazióne sul Rèno

organizzazione intergovernativa istituita nel 1815 dal Congresso di Vienna e modificata da vari atti internazionali successivi (Atto di Magonza, 1831; Atto di Mannheim, 1868; Trattato di Versailles, 1919; Emendamenti di Strasburgo, 1963 e successivi Protocolli addizionali del 1972 e 1979). La Commissióne Centrale per la Navigazione sul Reno, nella cui struttura opera un Segretariato, si riunisce due o più volte l'anno, mentre i comitati permanenti o quelli creati ad hoc si incontrano per le varie necessità che si presentano. Ne fanno parte 6 Stati: Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera. L'organismo si occupa di far rispettare i principi della libertà e della sicurezza della navigazione del fiume, del rapporto paritetico tra i Paesi membri, della rimozione degli ostacoli tecnici, fiscali, doganali. Può essere investita, in sede d'appello, su accordo delle parti, di controversie relative all'uso del fiume, decise in prima istanza dagli appositi tribunali per la navigazione del Reno, operanti negli Stati membri. Ha sede a Strasburgo.

Media


Non sono presenti media correlati