Questo sito contribuisce alla audience di

Condé, Louis Joseph di Borbóne, duca di Borbóne, prìncipe di-

(Parigi 1736-1818). Alla morte del padre, Louis Henri, ereditò da lui la maggior parte delle cariche e fu nominato governatore della Borgogna; come militare, partecipò alla guerra dei Sette anni. Al momento dell'Assemblea dei Notabili, fu uno dei firmatari del Mémoire contro “i nuovi sistemi”, in cui veniva chiesto il mantenimento dei privilegi e si rifiutava il raddoppiamento del terzo stato agli Stati Generali (1788). Emigrò subito dopo la presa della Bastiglia e fu alla testa dell'esercito degli emigrati, che prese poi il nome di armata Condé. Combatté fino al 1797; dopo Campoformio si ritirò in Russia e fece con i Russi (1799) la campagna di Svizzera. Passato di nuovo agli Inglesi, nel 1800 fece la campagna di Germania e, dopo aver licenziato il suo corpo d'armata, si ritirò in Inghilterra (1801). Ritornò in Francia sotto Luigi XVIII e fu nominato gran maestro della Casa del re e colonnello-generale della fanteria. Scrisse un libro: Essai sur la vie du Grand Condé (1798).