Questo sito contribuisce alla audience di

Contado Venassino

regione storica della Francia sudorientale (dipartimento di Vaucluse), compresa tra il Rodano, la Durance e il monte Ventoux (1912 m). Creata da Carlo Magno, diventò nel sec. X uno dei sei grandi feudi della corona di Francia. Il suo nome deriva dall'antica capitale Venasque. Prima della conquista romana era abitato dai Cavares e dai Voconces. Invaso dai barbari, passò ai Borgognoni, poi ai Franchi e nell'879 entrò a far parte dei domini di Bosone; passò quindi ai conti di Arles e infine a quelli di Tolosa. Alla fine della crociata contro gli albigesi (1229), Raimondo VII, conte di Tolosa, dovette cederlo alla Chiesa. Il passaggio effettivo dei poteri, ostacolato dai re di Francia, avvenne solo nel 1274, quando Filippo III l'Ardito offrì il Contado Venassino a papa Gregorio X. Appartenne sempre ai papi fino al 1791, quando fu riunito alla Francia.