Questo sito contribuisce alla audience di

Contursi Tèrme

comune in provincia di Salerno (49 km), 250 m s.m., 28,87 km², 3182 ab. (contursani), patrono: san Donato (7 agosto).

Centro posto alla sinistra del fiume Sele. Fu fondato nell'alto Medioevo dagli abitanti di Saginaria, spinti dalle invasioni dei Goti a rifugiarsi nella zona collinare dove sorge il paese. Sotto i Normanni fu possesso di Arnaldo de Conturso; poi passò ai Sanseverino e ad altri feudatari. Subì gravi danni nel terremoto del 1980. La chiesa di Santa Maria degli Angeli venne ampliata nel Cinquecento; la chiesa del Carmine, ristrutturata nel sec. XVII, ha una notevole pala lignea (1608). § L'agricoltura produce olive, uva, nocciole, cereali e ortaggi (patate e pomodori); è diffuso l'allevamento. L'industria opera nei settori dei materiali da costruzione (calcestruzzo) e dell'imbottigliamento di acque minerali. Rilevante è il turismo termale a Bagni Contursi, dove sono numerose sorgenti, già note a Plinio il Vecchio.