Questo sito contribuisce alla audience di

Coppola, Francis Ford

regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense (Detroit, Michigan, 1939). Figlio del musicista Carmine (Detroit 1911-Los Angeles 1991), Coppola apprese il mestiere con R. Corman e, dopo una prima serie di film (Terrore alla 13 ora, 1963; Buttati, Bernardo!, 1966; Sulle ali dell'arcobaleno, 1968; Non torno a casa stasera, 1969), conseguì un grandioso successo con Il Padrino (1972) e Il Padrino parte II (1974), con i quali vinse due Oscar per la regia. Tra questi due film girò e produsse La conversazione (1973), apologo d'attualità sugli effetti morali dello spionaggio. Sceneggiatore di film altrui, oltre che propri, scopritore di vari nuovi registi, ha investito tutto nella produzione di Apocalypse now (1979), spettacolare viaggio conradiano nella guerra del Viet Nam. Tra gli altri film ricordiamo: I ragazzi della 56 strada e lo splendido Rusty il selvaggio, entrambi del 1983, Cotton Club (1984), musical sugli anni del jazz e del gangsterismo, Peggy Sue si è sposata (1987), Tucker. Un uomo e il suo sogno (1988), l'episodio La vita senza Zoe dal film New York Stories (1989), Il Padrino III (1990), Dracula di Bram Stoker (1992), Il giardino segreto (1993) di Agnieszka Holland, Frankenstein di Mary Shelley (1995) di Kenneth Branagh, Don Juan De Marco maestro d’amore (1995) di J. Leven, Mi Familia. Tre generazioni di sogni (1995) di Gregory Nava, Jack (1996) e L'uomo della pioggia (1998). Dopo dieci anni è tornato alla regia con Youth Without Youth (2007; Un'altra giovinezza). Nel 2008 ha girato Tetro (Segreti di famiglia), che narra la storia di due fratelli italiani emigrati in Argentina e nel 2011 il thriller Twixt.

Media

Ford Francis Coppola.