Questo sito contribuisce alla audience di

Corréggio

Guarda l'indice

comune in provincia di Reggio nell'Emilia (18 km), 31 m s.m., 77,79 km², 20.604 ab. (correggesi), patrono: san Quirino (4 giugno).

Generalità

Cittadina tra i Cavi Naviglio e Tresinaro. Deve il suo nome alle “corrigie”, i lembi di terra emergenti dalle paludi, su cui sorse l'antico abitato prima del Mille. L'impianto urbanistico del centro storico, imperniato su corso Mazzini, rispecchia la forma circolare del terrapieno della primitiva rocca.

Storia

Citata in documenti del sec. X come luogo fortificato dai Canossa, alla morte di Matilde (sec. XII) passò alla famiglia dei Da Correggio, che in seguito estesero la propria potenza fino a governare su Parma e per qualche tempo su Reggio. L'ultimo dei Da Correggio, Giovanni Siro, venne deposto dall'imperatore Ferdinando II, che nel 1635 aggregò la città al Ducato di Modena e Reggio.

Arte

Il nucleo urbano più antico è raccolto attorno al palazzo dei Principi (inizi del sec. XVI) che, con portale rinascimentale in marmo e cortile a portico, ospita la Biblioteca Civica ricca di volumi, incunaboli e rare edizioni dei sec. XV-XVIII; il Museo Civico conserva opere di Peranda, Mantegna, Passerotti e copie del Correggio. La chiesa di San Quirino, costruita tra il 1513 e il 1587 su disegno attribuito al Vignola, incorpora la torre campanaria trecentesca dell'antica rocca; la chiesa di San Francesco, edificata nel 1470 e poi rielaborata, è in cotto con resti di affreschi (sec. XV) e capitelli attribuiti ad Antonio da Reggio. Opera di Vincenzo Vela (1880) è il monumento al pittore Antonio Allegri detto il Correggio, che qui nacque (ca. 1489-1534), mentre quello ai Caduti è del Bistolfi. Il neoclassico teatro Asioli è del 1852.

Economia

L'economia si è evoluta passando da una netta prevalenza agricola a un'articolata attività industriale, che coinvolge i settori alimentare (pasta, salumi, formaggi, carni, vini, integratori), meccanico (macchine utensili e agricole, motocarri, pompe e oleodinamica), cartotecnico, chimico, elettronico, degli imballaggi, degli autoaccessori, degli arredi metallici, dei tubi, dei manufatti in cemento e dei componenti per l'edilizia. Sono inoltre attivi la produzione di piastrelle e ceramiche, l'abbigliamento (maglierie, ricami, bottoni e relativo indotto), la lavorazione di metalli diversi, della plastica, delle resine, della gomma e del legno, di attrezzature medicali e sportive. L'agricoltura resta comunque una componente importante nella fornitura di materie prime alle industrie alimentari, con le coltivazioni di cereali, barbabietole, ortaggi, uve pregiate; i foraggi alimentano l'allevamento bovino e suino.

Curiosità

Vi nacque lo scrittore Pier Vittorio Tondelli (1955-1991), al quale è dedicato un Centro di documentazione ospitato nei locali della Biblioteca Comunale.