Questo sito contribuisce alla audience di

Corròpoli

comune in provincia di Teramo (37 km), 132 m s.m., 21,97 km², 3752 ab. (corropolesi), patrono: sant’ Agnese (21 gennaio).

Centro situato nella bassa valle del torrente Vibrata. Popolato fin dal Paleolitico, Corropoli (Colle Rapuli) fu noto dal sec. XII come castello degli Oderisio. Agli inizi del Trecento passò agli Acquaviva.§ Principale edificio del paese è la parrocchiale di Sant'Agnese, con facciata del sec. XIX, interno settecentesco e campanile rivestito nella cuspide da maioliche di Castelli. All'interno sono una Madonna col Bambino (sec. XIII) e una Madonna delle Grazie (sec. XV), statue lignee policrome. Assai elegante è il palazzo Ricci (sec. XVIII-XIX). Dagli scavi effettuati nella località di Ripoli, che designa una facies della civiltà neolitica, proviene la tomba della Donna col cane, conservata al Museo Nazionale Archeologico di Chieti.§ I principali prodotti dell'agricoltura sono cereali, olive, frutta e uva (controguerra DOC). Nell'industria sono particolarmente sviluppati i comparti chimico, metalmeccanico, edile, dell'abbigliamento e della lavorazione del legno.§ Nei dintorni sorse prima del Mille l'abbazia benedettina di Santa Maria ad Majulanum, che conserva un chiostro romanico, ma si presenta in un rifacimento pseudogotico del Settecento.

Media


Non sono presenti media correlati