Questo sito contribuisce alla audience di

Cortina d'Ampèzzo

Guarda l'indice

comune in provincia di Belluno (71 km), 1211 m s.m., 254,51 km², 6085 ab. (cortinesi o ampezzani), patrono: santi Filippo e Giacomo (19 gennaio).

Generalità

Centro dell'Ampezzano, posto in una conca dell'alta valle del torrente Boite circondata dai gruppi dolomitici delle Tofane, dell'Antelao, del Cristallo, del Sorapis e della Croda da Lago.

Storia

Legato fin dai tempi più antichi al Cadore, appartenne con esso dal 1347 al Patriarcato di Aquileia, passando poi (1420) alla Repubblica di Venezia e nel 1516, con il nome di Magnifica Comunità d'Ampezzo, all'Austria, che tuttavia gli concesse una certa autonomia amministrativa, abolita solo nella seconda metà del sec. XVIII da Giuseppe II. All'Austria rimase fino alla prima guerra mondiale, fatta eccezione per il breve periodo napoleonico nei primi anni del sec. XIX. Fino al 1923 si chiamò Ampezzo.

Arte

La parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo, costruita nel sec. XVIII, conserva un pregevole tabernacolo ligneo di A. Brustolon e un dipinto di A. Zanchi raffigurante la Madonna e santi. La Scuola d'Arte ospita nella pinacoteca omonima parte della collezione Rimoldi, con disegni e dipinti dei maggiori artisti italiani contemporanei. Da segnalare anche il Museo paleontologico R. Zardini e il Museo etnografico d'Ampezzo. Lo stadio del Ghiaccio e il trampolino olimpionico sono importanti esempi di architettura sportiva contemporanea.

Economia

L'economia si fonda quasi esclusivamente sul turismo, estivo e invernale, che conta su moderne strutture ricettive, impianti di risalita e percorsi alpinistici. Il centro, frequentato da un pubblico internazionale, è la stazione alpina più elegante e famosa d'Italia (“perla delle Dolomiti”); rinomatissima l'area sciistica della Faloria, servita da una funivia già nel 1939. L'industria opera nei settori del legno, della produzione di materiali e attrezzature per gli sport invernali (sci, bob), tessile, edile; l'artigianato è attivo nella lavorazione del legno, del rame e del feltro.

Curiosità

Molte sono le manifestazioni che vi si tengono, a carattere sportivo e culturale; è sede del prestigioso premio “Cortina-Ulisse”, istituito nel 1949 da Maria Luisa Astaldi allo scopo di promuovere la cultura europea. Ad agosto vi si svolge il festival cinematografico Cortissimi, dedicato ai cortometraggi.

Media

Cortina d'Ampezzo.