Questo sito contribuisce alla audience di

Cortinarius

genere di Funghi appartenenti alla divisione Basidiomiceti (famiglia Cortinariaceae), il cui corpo fruttifero, nello stadio giovanile, è caratterizzato dalla cortina. Le lamelle, dapprima bianche o di altro colore (violette, ocracee, rosse, ecc.), in seguito, con il maturare delle spore, divengono polverulente e ocra-ferruginee. Il genere comprende numerose specie, di cui 150 rappresentate nelle regioni italiane. I funghi del genere Cortinarius sono estivo-autunnali, terrestri, dei sottoboschi di latifoglie e aghifoglie; in genere non sono considerati mangerecci perché di gusto alquanto mediocre; alcune specie sono state segnalate come velenose (sindrome orellanica). Fra le specie eduli è Cortinarius praestans (cortinario prestante), che sovente può raggiungere dimensioni notevoli (cappello del diametro di 10-25 cm) e che ricorda, per forma, il fungo porcino, grazie specialmente al cappello color bruno-rosso cupo e al gambo molto tozzo. Le lamelle, prima violacee, a maturità diventano ocracee; lo stipite è marezzato e squamoso. Altre specie comuni sono Cortinarius fulmineus , Cortinarius collinitus (vischioso), Cortinarius largus, Cortinarius orellanus (di colore bruno-arancio, velenoso), ecc.

Media

Cortinario