Questo sito contribuisce alla audience di

Corvétto, Luigi Emanuèle

uomo politico (Genova 1756-1821). Membro del governo provvisorio della Repubblica ligure, poi del Gran Consiglio e infine presidente del Direttorio; entrò poi a far parte della commissione straordinaria di governo e della consulta legislativa. Quando Genova fu annessa alla Francia fu nominato da Napoleone consigliere di Stato (1806), si trasferì in Francia e collaborò alla redazione del codice di commercio. Creato conte dell'impero (1809) e naturalizzatosi francese (1814), dal 1815 al 1818 fu titolare del dicastero delle Finanze e contribuì al riassetto dell'economia francese.

Media


Non sono presenti media correlati