Questo sito contribuisce alla audience di

Costa del Mar Nero

(Karadeniz Kiyisi). Regione della Turchia settentrionale, 82.371 km², 7.011.000 ab. (stima 2005), 85 ab./km². Province: Artvin, Bartin, Bolu, Düzce, Giresun, Karabük, Kastamonu, Ordu, Rize, Sakarya, Samsun, Sinop, Trabzon, Zonguldak. Confini: Mar Nero (N), Anatolia Orientale (SE), Anatolia Centrale (S), Anatolia Occidentale (SW), Marmara e Coste dell'Egeo (W); Georgia (NE).

La regione occupa la sezione settentrionale della Turchia. Il suo territorio, costituito dalla catena dei monti del Ponto, è attraversato da quattro fiumi tributari del Mar Nero: Sakaria, Flysos, Kızılırmak e Iesyl; la costa è generalmente bassa e compatta, con stretti litorali pianeggianti.Il clima nella fascia costiera è di tipo mediterraneo, con inverni miti ed estati fresche; l'interno montuoso presenta caratteristiche del clima di montagna, e rispetto alla Turchia interna le temperature sono più basse e le piogge più frequenti. Tra i parchi nazionali presenti nel territorio si possono citare: Karagöl Sahara (1994), Hatila Vadisi (1994), Yedigöller (1965), Ilgaz Dagi (1976), Altindere Vadisi (1987), Kaçkar Daglari (1994).La popolazione presenta una densità demografica particolarmente elevata lungo la costa. A partire dagli anni Cinquanta del Novecento i principali centri costieri, come Samsun, Sakarya e Trebisonda (Trabzon) hanno conosciuto una crescita demografica rilevante.Le vie di comunicazione sono poco sviluppate: una strada costiera lungo il litorale collega i centri urbani costieri, mentre due tronconi ferroviari collegano le città di Zonguldak e Samsun con l'interno e la capitale. Trebisonda dispone di un aeroporto.A N di Bolu è possibile visitare il Parco Nazionale dei Sette Laghi (Yedi Goller Mili Parki). § L'economia è incentrata sul settore primario: oltre alla pesca e all'allevamento, il clima umido e il terreno fertile consentono la coltivazione di cereali. Lungo il litorale orientale è praticata la coltura del tè, nell'area di Giresun e Ordu prevale la coltivazione delle nocciole, mentre a Samsun e Trebisonda quella del tabacco. L'industria è attiva a Samsun nei comparti petrolchimico e alimentare, a Zonguldak in quello siderurgico, nella lavorazione del pesce a Trebisonda.