Questo sito contribuisce alla audience di

Crìtica Sociale, La-

rivista quindicinale socialista fondata a Milano nel gennaio 1891 da F. Turati e A. Kuliscioff, che la diressero fino all'ottobre del 1926, quando fu sospesa dal regime fascista. Vi collaborarono A. Graziadei, A. Schiavi, I. Bonomi, G. Zibordi, C. Treves; la rivista oscillò tra il revisionismo di E. Bernstein e il centrismo evoluzionista di K. Kautsky e di J. Jaurès. Antinterventista durante la I guerra mondiale, non elaborò poi una chiara linea di opposizione al fascismo. Risorta nel 1945 sotto la direzione di U. G. Mondolfo, osteggiò la politica socialista di stretta unione con il Partito Comunista e, dopo la “scissione di palazzo Barberini” (gennaio 1947), seguì le sorti e le tendenze della socialdemocrazia italiana.