Questo sito contribuisce alla audience di

Cray Research Inc.

società statunitense produttrice di supercomputer. Fondata nel 1972, quando gli elaboratori più potenti erano monopolio esclusivo dei servizi segreti militari, in meno di dieci anni è balzata all'avanguardia mondiale nel settore, imponendo i suoi supercomputer sul mercato. È stato grazie ai supercomputer come i Cray che, negli anni Novanta, è stato possibile effettuare, per esempio, i miliardi di operazioni necessarie ai meteorologi per la previsione del tempo a breve scadenza impiegando ore invece di settimane. Il primo supercomputer commerciale, il Cray-1, del 1976, capace di eseguire fino a 180 milioni di operazioni al secondo, nonostante il costo proibitivo (8 milioni di dollari) ebbe un successo al di là delle aspettative (65 esemplari venduti dal 1976 al 1984): uno di questi esemplari, consegnato al laboratorio Lawrence Livermore, consentì agli scienziati dell'Atomic Energy Commission di ripetere in brevissimo tempo i calcoli per la progettazione della bomba H, che negli anni Cinquanta avevano impegnato per mesi schiere di matematici. In seguito, i modelli più potenti (fino ai 300 miliardi di operazioni al secondo del Cray T3D) furono acquistati da NASA, grandi case automobilistiche, centri meteorologici e laboratori di fisica subnucleare. Il marchio Cray è diventato di proprietà della società Silicon Graphics.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti