Questo sito contribuisce alla audience di

Criticóne, Il-

(El Criticón). Romanzo allegorico del secentista spagnolo Baltasar Gracián y Morales. Riprende la narrazione araba del bambino, Andrenio (l'uomo naturale), cresciuto in un'isola deserta, venuto per caso a contatto con Critilo (l'uomo del mondo e dell'intelligenza) e da questi guidato attraverso la società umana – Spagna, Francia, Roma –, finché dopo molti incidenti ambedue approdano all'isola dell'immortalità. La trama serve da pretesto a un lungo e pessimistico “giudizio del mondo”, che piacque a diversi moralisti e filosofi europei, da La Rochefoucauld a Schopenhauer.

Media


Non sono presenti media correlati