Questo sito contribuisce alla audience di

Cronenberg, David

regista canadese (Toronto, Canada, 1943) . Affermatosi nel corso degli anni Settanta con film ispirati all'horror e al fantastico, quali Il demone sotto la pelle (1976) e Rabid sete di sangue (1977), è con Brood la covata malefica (1979) che il suo cinema si fa decisamente più articolato e profondo. Tra le sue opere ricordiamo: Scanners (1981), il travagliatissimo capolavoro Videodrome (1983), La zona morta (1983), da S. King, La mosca (1986), Inseparabili (1988), terrificante e austera storia dei rapporti di interdipendenza di due gemelli ginecologi, Il pasto nudo (1991), tratto dall'omonimo romanzo di W. Burroughs, e M. Butterfly (1993) ispirato a una storia realmente accaduta. Premiato dalla giuria del Festival di Cannes per Crash (1996), tratto da un romanzo di J. Ballard, nel 1999 ha diretto eXistenZ, storia di un'inventrice di videogame in un futuro in cui informatica, biologia e genetica vivono in simbiosi. Del 2002 è Spider, un'allucinante viaggio all'interno della follia di un uomo causata dai suoi rapporti con la madre; la storia è basata su un romanzo di P. McGrath, anche sceneggiatore del film. Nel 2005 ha presentato a Cannes A history of violence e nel 2007 ha diretto La promessa dell'assassino. Nel 2011 ha diretto A Dangerous Method, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, mentre al Festival di Cannes presenta nel 2012 Cosmopolis, tratto dall'omonimo romanzo di Don De Lillo e nel 2014 Maps to the Stars.

Media

David Cronenberg.