Questo sito contribuisce alla audience di

Crookes, sir William

chimico-fisico inglese (Londra 1832-1919). Direttore dell'Istituto di meteorologia dell'osservatorio Radcliffe di Oxford, nel 1859 si stabilì a Londra, dove proseguì le ricerche scientifiche nel suo laboratorio privato; nello stesso anno fondò il periodico Chemical News, che diresse fino al 1906. Tra i primi si occupò di analisi spettrale e con questo mezzo, nel 1861, scoprì il tallio, di cui successivamente determinò le proprietà fisiche e chimiche; studiò le terre rare e indicò il metodo di estrazione dell'oro per amalgama. Perfezionò la tecnica del vuoto e realizzò dei tubi di foggia particolare (tubi di Crookes) di cui si valse nei suoi esperimenti sui fenomeni che accompagnano la scarica elettrica nei gas rarefatti. Nel 1875 ideò il radiometro e nel 1903 lo spintariscopio; si interessò anche di fenomeni psichici e in particolare dei fenomeni medianici, nello studio dei quali introdusse l'uso di apparecchi misuratori e registratori. Nel 1897 fu presidente della Society of Psychical Research di Londra.

"Per il tubo di Crookes vedi disegno al lemma del 7° volume." Ampolla di vetro "Lo schema del Tubo di Crookes è a pag. 450 del 7° volume." in cui è stato fatto il vuoto, utilizzata per dimostrare la propagazione rettilinea dei raggi catodici. Applicata una sufficiente differenza di potenziale tra catodo, C, e anodo, A, il lamierino ribaltabile a forma di croce, D, proietta la sua ombra sul fondo del tubo; ribaltando la croce con l'ausilio di un magnete, si osserva invece solo una caratteristica fluorescenza verdastra.