Questo sito contribuisce alla audience di

Cuenca (città della Spagna)

città (51.205 ab., stima 2006) della Spagna, capoluogo della provincia omonima (comunità autonoma: Castiglia-La Mancha), situata a 923 m sul versante occidentale della Serranía de Cuenca, 140 km a ESE di Madrid, alla confluenza dei fiumi Júcar e Huécar. § I primi dati storici sulla città si riferiscono a una cittadella costruita dagli Arabi e risalgono al 784. Appartenne prima a Toledo e poi a Siviglia, il cui sovrano al-Muʽtamid la cedette ad Alfonso VI, che a sua volta la perse in seguito alla sconfitta di Uclés (1108). Riconquistata per breve tempo dai cristiani, cadde sotto il dominio degli Almoravidi che la tennero fino al 1177 quando, dopo lungo assedio, fu riconquistata da Alfonso VIII di Castiglia. Particolarmente fiorente nel basso Medioevo, fino a tutto il sec. XVI, e sede di un'importante attività laniera, decadde poi progressivamente anche a causa dei numerosi eventi bellici di cui fu al centro. Nel 1706 fu bombardata e conquistata dagli Inglesi, nel 1808 fu saccheggiata e incendiata dalle truppe napoleoniche. Durante la guerra civile fu, fino alla fine, fedele alla Repubblica.

Media


Non sono presenti media correlati