Questo sito contribuisce alla audience di

Cuorgnè

comune in provincia di Torino (41 km), 414 m s.m., 19,38 km², 10.032 ab. (cuorgnatesi), patrono: san Luigi (21 giugno).

Cittadina del Canavese, situata sulla sponda destra del torrente Orco. Il suo nucleo più antico costituisce un significativo esempio urbanistico e architettonico di borgo mercantile medievale. A S di questo si è estesa la città nuova, lungo l'asse della strada dell'alto Canavese verso Torino.Corniatum, importante località romana e longobarda, divenne feudo dei Valperga e nel sec. XIV fu contesa dai marchesi del Monferrato e dagli Acaia, passando poi ai Savoia. Per la sua partecipazione alla rivolta dei “tuchini” nel 1389 fu sottomessa dal Conte Rosso. Nel 1930 le fu conferito il titolo di città.§ Del periodo medievale rimangono una torre quadrata, dei Valperga, e la cilindrica torre Carlevatto (sec. XV); quattrocentesca è pure la cosiddetta “casa di re Arduino”. L'ottocentesca chiesa di San Dalmazzo conserva numerose opere d'arte tra cui l'affresco della Madonna della Rivassola (che la tradizione fa risalire al 903). Fuori dell'abitato è il santuario di Belmonte, voluto secondo la tradizione da Arduino, e del tutto rifatto nel 1875.§ L'artigianato del ferro, del rame e del bronzo, che ebbe caratteristiche industriali fin dal 1560, ha continuazione in una moderna industria metallurgica e meccanica; aziende operano anche nei comparti tessile, alimentare e della lavorazione del legno. L'agricoltura è rappresentata prevalentemente da pioppicoltura e frutticoltura.

Media


Non sono presenti media correlati