Questo sito contribuisce alla audience di

Cuvilliés, François de-

architetto, decoratore e incisore francese (Soignies, Hainaut, 1695-Monaco 1768). Di origine vallona, fu allievo a Parigi di J.-F. Blondel e praticante presso J. Effner. Dal 1725 assunse la carica di architetto di corte presso l'elettore di Baviera, dove per più di 40 anni fu attivo, oltre che come architetto di palazzi, chiese, giardini, anche come arredatore e decoratore. È considerato fra i principali autori delle innovazioni decorative del rococò: in tutta la sua opera si avverte l'ispirazione della cultura francese, interpretata in termini aderenti al gusto rococò della Baviera. Lavorò a Brühl (palazzina di caccia Falkenlust), a Monaco, dove costruì numerosi palazzi, tra cui il palazzo Holstein (1733-37, poi palazzo arcivescovile). Fece interessanti lavori di decorazione e arredamento compiuti anche con la collaborazione del figlio François, detto il Giovane (Monaco di Baviera 1731-1777), che gli succedette nel 1768 nella carica di architetto di corte. Raccolse disegni e incisioni in Livre de cartouches (1738), Livre de lambris (1740), Morceaux ou caprices propres à divers usages (1745).