Questo sito contribuisce alla audience di

Cyrano de Bergerac, Hector Savinien

scrittore francese (Parigi 1619-Sannois 1655). Compiuti gli studi al collegio di Beauvais, si arruolò nell'esercito, dove si distinse come temibile spadaccino. Ritiratosi dalla carriera militare, condusse a Parigi una vita economicamente incerta ma intensa, studiando Gassendi, Bruno e Campanella e legandosi al gruppo dei “libertini”. Si oppose alla tradizione aristotelico-scolastica e al cristianesimo, proponendo una concezione vitalistica dell'esistenza e rivendicando libertà assoluta per la ragione. Le sue due opere maggiori, L'autre monde ou Les États et Empires de la Lune (1657), Les États et Empires du Soleil (1662), che precorrono la letteratura fantascientifica moderna, sono in realtà un pretesto per l'esposizione delle sue ardite teorie filosofiche, scientifiche e religiose. Stravaganza e autentica originalità si mescolano anche nelle due opere teatrali: Le pédant joué (1645; Il pedante gabbato) e La mort d'Agrippine (1653).