Questo sito contribuisce alla audience di

Czechowicz, Józef

poeta polacco (Lublino 1903-1939). Appartenente al movimento d'avanguardia "Reflektor" (1923-25). Le sue poesie, che si distinguono per la semplicità, lo stile lapidario e la calda sensibilità per il paesaggio della provincia polacca, impiegano mezzi artistici propri della poesia popolare. Il pessimismo degli ultimi versi di Czechowicz rivela il presagio della guerra imminente. Pubblicò, tra l'altro, i volumi Pietra (1927), Ballata dall'aldilà (1932), Nulla di più (1936) e Nota umana (1939). Tradusse magistralmente poeti russi, inglesi, francesi e cechi. Versi inediti sono apparsi in un'antologia della sua opera pubblicata nel 1955.