Questo sito contribuisce alla audience di

Czestochowa (città)

città (248.038 ab., 2005) della Polonia, nel voivodato di Śląskie, 60 km a N di Katowice, a 265 m sul fiume Warta. Situata al centro dell'omonimo bacino ferrifero, è importante nodo stradale e ferroviario sulla linea Varsavia-Katowice e uno dei maggiori centri industriali del Paese, con numerose industrie attive nei settori siderurgico, meccanico, tessile, alimentare, del legno, della carta, del vetro e della chincaglieria. La città prese a svilupparsi nel sec. XIV quando Ladislao di Opole vi trasportò (1377) l'icona miracolosa della Madonna Nera, custodita nel convento dei paolini che, successivamente fortificato, resistette nel 1665 a un assalto svedese. Il monastero è il più venerato santuario dell'Europa orientale, meta di frequenti e imponenti pellegrinaggi da ogni parte del mondo. In russo, Čenstohova; in tedesco, Tschenstochau.