Questo sito contribuisce alla audience di

Däubler, Theodor

poeta e saggista tedesco (Trieste 1876-Saint Blasien, Selva Nera, 1934). Trascorse la giovinezza in Italia, fra Trieste e Venezia e visse per alcuni anni anche a Roma e Firenze. Dopo un lungo soggiorno a Berlino come critico d'arte, riprese a viaggiare nel Medio Oriente, in Africa e in Europa occidentale, svolgendo un'intensa attività di conferenziere, finché fu stroncato dalla tubercolosi. La sua lirica, di valore assai diseguale, si colloca fra il neoromanticismo e il primo espressionismo . Il suo poema più celebre è Das Nordlicht (1910 e 1921; L'aurora boreale). Däubler è autore anche di resoconti di viaggi, soprattutto in Italia e in Grecia, tra cui Sparta (1923), di una silloge di inni all'Italia (1916) e di saggi sull'espressionismo figurativo.

Media


Non sono presenti media correlati