Questo sito contribuisce alla audience di

Dódici Tàvole, Légge delle-

raccolta di norme di diritto, compilata nel 451-450 a. C. a Roma, a opera del decemvirato legislativo. Secondo Lambert le XII Tavole non sarebbero state compilate dai decemviri, ma dal giurista Sesto Elio Peto Cato intorno al 200 a. C., riunendo massime giurisprudenziali e broccardi di epoche diverse; secondo altri autori, alle norme risalenti alla metà del sec. V a. C. si sarebbero aggiunte in seguito altre, sì che sarebbe pervenuta a noi una stratificazione di consuetudini sorte in età diverse. Dopo alcune redazioni parziali, tale stratificazione sarebbe stata oggetto di un'ultima raccolta e divulgata nel 304 a. C. a opera di Gn. Flavio, liberto di Appio Claudio il Cieco. Oggi si ritiene – si può dire concordemente – che la quasi totalità delle norme delle XII Tavole fu posta per iscritto intorno alla metà del sec. V a. C. e che lievi mutamenti furono introdotti per rendere sempre comprensibile il testo. Le XII Tavole raccoglievano norme di procedura civile e di diritto penale, regole su negozi giuridici, la patria potestà, la successione, l'usucapione, ecc.