Questo sito contribuisce alla audience di

De Rada, Giròlamo

poeta italo-albanese (Macchia Albanese, Cosenza, 1814-San Demetrio Corone 1903). Si dedicò alla riscoperta delle antiche tradizioni albanesi che raccolse ed elaborò nelle sue opere: i poemi Milosao (1836), Canti storici albanesi di Serafina Thopia (1839), Scanderbeg disavventurato (1872-74), Uno specchio di umano transito (1897) e la raccolta di canti popolari Rapsodie di un poema albanese (1866). Scrisse inoltre la tragedia Sofonisba (1891). Tra i suoi interessi culturali rientrò anche la pubblicistica. Affrontò la problematica relativa alla “questione albanese” sulla rivista La bandiera dell'Albania, che diresse dal 1883 al 1887. Quella di De Rada fu un'azione pluridirezionale, tesa a porre basi consistenti all'elevazione culturale della minoranza albanese, allo sviluppo della sua lingua e della sua letteratura e al riscatto della nazione albanese.

Media


Non sono presenti media correlati